Cum'è un santu patrone imbulighjatu di l'angoscia di l'epica pandemica, u persunagiu d'Amy Adams in A donna à a finestra passa guasi tutte e so ore di veghja in una toga è in un pijama, un bichjeru di rosa chì ùn hè micca spessu fora di ottene. U thriller, una diversione neogotica cun una efficienza centrale robusta, ùn hà nunda à chì vede cù u coronavirus, tuttavia in u longu è torcitu annu è mezu da a so data di lanciamentu unica, u prutagunista in casa hà cambiatu in quellu piuttostu più comprensibile per u publicu . A storia chì a circonda hè una altra materia.
Basatu annantu à un rumanzu superpopulare di u 2018 è cuncipitu cum'è un candidatu à i premii per Fox, u film direttu da Joe Wright hè statu pigliatu in l'acquistu di u studio da Disney, è hè statu sottumessu à riscrive è riprese dopu à disprezzu cuntrolli cuntrolli. L'arrestu COVID-19 hà purtatu ritardi addiziunali, è, à u frattempu, e esposizioni anu rottu l'influenza di u pruduttore Scott Rudin è di u riprisentante di i giovani brillanti di u scrittore pseudonimu A.J. Finn, chì apparentemente cunnosce più grande di un fattore o dui nantu à i narratori inaffidabili. (In u fondu di u creditu finale, u rumanzu hè elencatu una seconda volta, cum'è cunsultante di marketing particulare).

A donna in a finestra



Data di uscita: 14 di maghju (Netflix) Cast: Amy Adams, Gary Oldman, Anthony Mackie, Fred Hechinger, Wyatt Russell, Brian Tyree Henry, Jennifer Jason Leigh, Tracy Letts, Julianne Moore Direttore: Joe Wright Scénariste: Tracy Letts, basata principalmente sul romanzo da AJ Finn

Valutatu R,
1 ora 40 minuti

A restante fabbricazione di Fox 2000, Donna ghjunghje nantu à Netflix cum'è un bellu film B ligeramente intricatu cù un cast di lista A è abbastanza aringhe rosate per inventariare un bancu di salumeria. Ùn ci hè nisuna dumanda chì sia ricca in ambiente, per via di decisioni astute di Wright, travagliu fantasticu di u direttore cinematograficu Bruno Delbonnel, è l'eccellenti cuntribuzioni di a forza di travagliu di cuncepimentu di Kevin Thompson; a spaziosa multistoria Harlem brownstone induve u muvimentu si svolge hè u secondu caratteru centrale.
A zitella chì batte intornu à quella vechja è sutile casa brusgiata hè Anna Fox di Adams, chì hè stata culpita da a disfunzione eccessiva di l'ansietà di agorafobia per quasi un annu. Ella sparte u locu cù un gattu di bona educazione, è ghjustu pocu tempu fà hà cuminciatu à affittà u condominiu di u cantina. I so alimentari è i so medicinali sò consegnati, è u so psichiatra face chjamate in casa. Hè interpretatu cun inquietante ghiaccio da Tracy Letts (chì hè ancu u sceneggiatore creditu). Ci hè un vantaghju belligerante per i so scambii medico-paziente, una cumbattibilità esperta - Anna hè una psicologa di u zitellu, è sensibile à i metudi di manipulazione è di a roulette psicofarmacologica. Ci sò note più calde di cumpetizione in e so conversazioni di ghjornu in ghjornu cù Ed (Anthony Mackie), u maritu da u quale hè separata; a so figliola di 8 anni (Mariah Bozeman) hè cun ellu.



S'ellu ùn hè altru, a frizione trà Anna è i so shrink unisce u tonu per tutte e furore fora di i grafichi in furia è in disgrazia per sorte rapidamente cum'è una nuvula velenosa da diverse figure in a so orbita. Hè una orbita fora di kilter, per assicurassi, cum'è signalatu in i secondi d'apertura di u filmu: Anna si sveglia in panicu, è e corde agitate di u rating di Danny Elfman fluttu in muvimentu. U so inquilanu, David (Wyatt Russell), ùn pò parè pronunzià una frasa chì ùn sona micca minacciosa. I Russells, i novi vicini in casa dritti in tuttu u viale, è u sughjettu di una curiosità attraversu à e cortine da a signora moderna di Anna Kravitz, mostranu un spettru di prublemi di caratteri.
U figliolu adolescente di a famiglia, Ethan (Fred Hechinger), hè u primu à presentassi, purtendu a fornitura di una candela prufumata è l'indicatori lacrimosi, goffi di fragilità emotiva. Questu innesca un modu di scopu in u terapeuta senza travagliu, chì dopu à qualchi scontri cù u babbu blustery di Ethan, Alistair (Gary Oldman), hè sicuru chì u ghjovanu di 15 anni hè un ghjovanu abusatu.
U più longu scontru d'Anna cù qualsiasi Russells hè una notte improvvisata di vinu è dialogu semi-confessionale cù a mamma di Ethan, Jane (Julianne Moore). Ci hè un cumbugliu rivettante di calore è prudenza à a sequenza cuntrullata, è Adams è Moore naviganu magistralmente in e tracce fantastiche trà ciò chì hè divulgatu è ciò chì hè ritinutu da sti dui stranieri.
Prestu Anna canalizeghja micca solu una sitcom busybody quantunque Jimmy Stewart in Rear Window, incalcatu in l'ombra è dirigendu u teleobiettivo di a so fotocamera digitale in casa di i Russells. Piglia una visione di battaglia domestica, ogni finestra inquadrendu una frazione di dramma in casa. U filmu, cum'è u rumanzu in cui si basa principalmente, abbonda di riferimenti à Hitchcock è diversi misteri antichi è noirs chì Anna guarda incessantemente; in uni pochi di i più forti visibili, Wright è Delbonnel ponenu l'Anna addurmintata, distribuita da u vinu è da Rx, in una perspettiva sviata in opposizione à u filmatu in biancu è neru di u so televisore, cum'è se ella è i caratteri di decenni d'anni - diversamente focalizatu, in lotta, illuminatu di gasu - entre in i desideri di l'altru.
U so incubo si apprufundisce: Ella, è ellu o ella sola, sente un stridu da a casa di i Russell. Più tardi, vede à Jane pugnalata è inciampendu, tuttavia ùn pò cunvince à nimu chì hà assistitu à un omicidiu, è ancu ch'ella hà mai cunnisciutu a zitella. Anna hè una briaca, in ogni casu, è l'allucinazioni sò trà i so numerosi effetti collaterali indesiderati. À u puntu più altu, hè stata lanciata versu a vera Jane (Jennifer Jason Leigh), chì pò esse a zitella più infelizmente maritata di u mondu, tuttavia à qualunque tariffa hè una determinazione sospettosamente inflessibile quant'è u caratteru di Moore hè suspettosamente animatu.
Cumpressendu i materiali di fornimentu, a sceneggiatura (cun ​​riscritture trattate da Tony Gilroy) accentua solu a magrezza di a storia. Un pezzu di leghjibilità di snack-food quantunque poca sustanza, u rumanzu hè cunditu cun abile direzione sbagliata chì ùn pò micca piattà cumu ultrabasic-border-on-threadbare a so psicologia di core hè. U filmu, chì face cresce un pocu a viulenza, finisce nantu à una manera appena sfarente quantunque micca menu menu vulendu osservà, è in nisun casu currisponde à a sfumatura è à a prufundità di l'efficienza di Adams, cù a so custodia, a prevaricazione è l'emozione nuda assolutamente viva è imprevedibile.

Wright mette in opera u primu di dui grandi svelamenti in un modu assai teatrale stilizatu. Cum'è un modu di trasmette a prospettiva di Anna, sta strategia funziona, tuttavia ùn trascende u prublema wacko chì afflitta u dramma. In tuttu u narrativu Anna hè circundata da cum'è offset è ferita strettamente un inseme di caratteri cum'è mai statu assemblatu, è in u secondu quandu ella hè ubligata à affruntà una realtà indesiderata, hè in realtà circundata da elli. Sembra un gang-up. L'unica eccezione hè u detettivu NYPD di l'ochji tristi di Brian Tyree Henry, forse l'unicu individuale regulare di a storia, è sicuramente l'unicu adultu cù un oz. di cumpassione. Cum'è a so assuciata, Jeanine Serralles ùn sputa nunda quantunque à l'accusazioni di tiru da u fiancu.
U cuncettu di una ragazza apparentemente sfacciata chì lotta per esse creduta ferma un tropu drammaticu fattibile, per cause dolorosamente apparenti - e realità persistenti di condescendenza è demonizazione, per i principianti. Rosemary's Baby, un filmu di classicu più recente di i classici amati d'Anna, hè una altra apparente pietra di toccu per a so storia. Gira ancu intornu à una zitella chì impedisce di esse pigliata significativamente mentre abita una fabulosa prupietà attuale di Manhattan seculare. A brownstone d'Anna hè, in un certu modu, una variazione verticale nantu à u sviluppu espansivu di u condominiu di Rosemary. Ma quella storia di l'orrore di u 1968 hè stata sustinuta da pavimenti in legnu duru più grande cà finamente artigianali è switcheroos di dispositivi di trama. Effettivamente lunaticu quantunque furnendu brividi frustranti in a pelle, A Donna in a Finestra sottovaluta u so eroe in più di i metudi di unu.

Questu articulu hè statu primu rivelatu u situ web